MINOS

Il nostro olio d’oliva “Minos” è un olio di prima qualità (= extravergine), estratto direttamente da olive con processi esclusivamente meccanici. Questa classificazione è assegnata solo ad oli d’oliva ottenuti con l’ausilio di una pressa tradizionale idraulica (prima spremitura a freddo) ad una temperatura massima di 27° C o attraverso moderni sistemi di centrifugazione (estrazione a freddo). Questi metodi di produzione delicati e la rapida lavorazione delle olive appena raccolte garantiscono la preservazione del gusto caratteristico delle olive.

Cosa contraddistingue il nostro olio d’oliva?

Nell'intero bacino mediterraneo si contano oltre 150 diverse varietà di olive. Per i nostri oli vengono utilizzate esclusivamente olive Koroneiki. Questa varietà, per le sue dimensioni piuttosto ridotte è utilizzata più raramente come oliva da tavola, ma costituisce l’ingrediente ideale per un olio molto ben conservabile che ne mantiene inalterato il piacevole gusto caratteristico. Gli oli estratti esclusivamente dai frutti di un’unica zona di coltivazione e raccolti, spremuti e imbottigliati solo all’interno di questa medesima regione costituiscono un prodotto particolarmente pregiato e sono contrassegnati dalla Denominazione di Origine Protetta (D.O.P.). Le olive Koroneiki provengono per entrambi gli oli sopraccitati da Creta. Poiché nel caso del nostro olio d’oliva bio greco si tratta di un prodotto a marchio D.O.P., la zona d’origine è limitata alla regione cretese di Sitia/Lasithi.

Dopo la Spagna e l’Italia, la Grecia rappresenta il terzo maggiore coltivatore di olive europeo. Oltre alle olive da tavola e ad altri pregiati prodotti agricoli come il vino o la feta, l’olio d’oliva greco è negli anni divenuto uno dei principali articoli di esportazione nazionali. Grazie all’introduzione di due oli di origine greca all’interno del nostro assortimento, contribuiamo a mantenere alto questo primato.

Qualità: il nostro obiettivo primario

Dall’oliva alla bottiglia, in ogni fase di produzione la qualità degli oli d’oliva viene controllata in base a criteri qualitativi ben definiti. Poiché i nostri oli d’oliva provengono da anni dai medesimi stabilimenti d’imbottigliamento di Creta, siamo in grado di raccogliere e comparare costantemente i risultati delle ispezioni eseguite. Le indagini non si limitano infatti solo ai parametri chimico-analitici come gli ftalati (plasticizzanti) o ai singoli acidi grassi, determinanti per la qualità dell'olio, bensì si estendono anche alle caratteristiche sensoriali, valutate da Panel (comitati) accreditati (come ad es. il Deutsches Olivenöl Panel).

Che cos’è un Panel?

Per "Panel" s’intende un gruppo di esperti (almeno otto persone con apposita formazione) che provvede a classificare l’olio d’oliva in base ai relativi gradi di “piccantezza”, “fruttosità” e “amarezza”. Per la definizione della categoria di qualità, la prova sensoriale è determinante. Resta comunque indubbio che, anche all’interno della categoria più elevata, permangono ugualmente notevoli differenze principalmente legate a gusto, odore, armonia e persistenza. Sottigliezze sensoriali, quali ulteriori sfumature nel sapore che richiamano la mela, il carciofo, la mandorla amara e l’erba fresca, non vengono contemplate nell'ambito di questo test e restano a discrezione della percezione soggettiva del rispettivo consumatore. Qualora sia rilevato un difetto, come ad es. gusto rancido, avariato o fangoso, l’olio in questione sarà automaticamente escluso dalla categoria “olio d’oliva extravergine”.

La combinazione tra pregiata materia prima, metodo di produzione all’avanguardia, un attento e costante controllo da parte di istituti ed esperti specializzati garantisce ai clienti che i nostri oli d’oliva rispondano alle loro esigenze.

CASTELLO

Il nostro marchio “CASTELLO olio d’oliva extravergine” costituisce una miscela di oli d’oliva provenienti da diverse zone mediterranee: un cosiddetto “olio d’oliva blend”.

Gli esperti definiscono il “Fingerprint”

La produzione di pregiati blend di olio costituisce, come nel caso del cognac o del whiskey, una vera e propria arte, che richiede grande esperienza e accuratezza. Pertanto, ci avvaliamo della collaborazione di istituti indipendenti già per la fase di selezione dei blend. I fornitori prescelti dispongono di vari blend d’oli d’oliva già in possesso di tutti i certificati di valutazione delle rispettive proprietà chimiche e sensoriali. Sulla base di questa perizia, gli istituti provvedono poi ad eseguire le proprie analisi interne; tali indagini sui blend vengono talvolta affidate al "Deutsches Olivenöl Panel". In seguito, gli esperti redigono un profilo di requisiti per la successiva classificazione. Per i nostri marchi propri vengono selezionati solo blend che rispondono pienamente a tutti requisiti qualitativi definiti

Che cos’è un blend?

Il cosiddetto processo di blending si pratica, ad es., per la produzione di tabacchi, tè, whiskey oppure olio. Per “blend” s’intende la miscela di diverse varietà di tabacco, tè, malto e olive. Lo scopo del blending è quello di ottenere un carattere peculiare e inconfondibile relativamente a gusto, colore e aroma. Qualora non si ottenga il carattere desiderato, dalla rispettiva miscela si produce un cosiddetto “Fingerprint”, ossia il suo codice identificativo. Tutte le successive miscele si orienteranno in base a quest’ultimo e, grazie ad esso, la loro qualità potrà essere verificata in modo affidabile.

Verifica completa di ogni fase d’imbottigliamento

Dall’oliva alla bottiglia, in ogni singola fase d’imbottigliamento la qualità della miscela di oli d’oliva selezionata viene controllata in base a parametri analitici e sensoriali. I risultati dei test vengono accuratamente documentati e confrontati con i requisiti qualitativi definiti. Prima che le bottiglie siano poste in vendita, gli esperti esaminano ancora una volta a campione le proprietà sensoriali e chimiche dell’olio, per garantire che non abbiano subito alterazioni durante la fase d’imbottigliamento.