Schwarzenbach/Perlen, 22.09.2016

Un nuovo centro di distrubuzione nella Svizzera centrale per ALDI SUISSE: il discount amplia le proprie capacità

Con l’effettiva entrata in funzione del nuovo centro di distribuzione regionale di Perlen (LU), ALDI SUISSE estende le sue possibilità di rifornire le filiali in modo ancora più efficiente e nel rispetto delle risorse. In futuro, infatti, saranno circa 60 le filiali che verranno rifornite quotidianamente di articoli alimentari e non alimentari direttamente dalla succursale della Svizzera centrale. Il centro di distribuzione di Perlen conta oggi più di 140 collaboratori. Per la regione della Rontal, nel lucernese, si tratta di una spinta economica importante.

Un raggio d’azione da Basilea fino a Chiasso
La sua posizione centrale e le ottime infrastrutture che collegano Perlen alla rete stradale svizzera riducono la distanza media dalle filiali di più del 20% rispetto alla sede precedente, ovvero Dagmersellen. I circa 140 collaboratori ALDI attivi a Perlen lavorano nell’amministrazione, in magazzino e nella logistica. L’area di competenza si estende da Basilea, passando per l’Argovia, il Canton Soletta, il Mittelland Bernese e la Svizzera centrale fino a Chiasso in Ticino.

Espansione in Ticino
«Puntiamo a crescere costantemente e il centro di Perlen ci permette di rifornire fino a 100 filiali», queste le parole di Timo Schuster, Country Managing Director di ALDI SUISSE. Il discount svizzero è convinto che ci sia terreno fertile per un’espansione in Ticino. L’anno prossimo è infatti prevista l’apertura di un’ulteriore filiale a Losone. In questo modo verrà raggiunta la quota di 12 filiali a sud del Gottardo.

Per la costruzione sono stati investiti circa CHF 100 milioni
Il nuovo centro di distribuzione di Perlen è stato realizzato in 18 mesi. Per le gare di appalto sono stati considerati molti artigiani del posto, come anche molte piccole e medie imprese. «Così facendo abbiamo posto l’accento sull’importanza della Svizzera centrale dal punto di vista economico», spiega Robert Pontius, Direttore responsabile della Succursale di Perlen.

Il progetto edilizio crea nuovi standard
La struttura si sviluppa su 157’300 metri quadrati ed è stata realizzata nel rispetto dei nuovi standard ecologici, diventando quindi uno dei centri logistici più moderni e sostenibili della Svizzera. Oltre all’edificio dedicato all’amministrazione (3’100 m²), sono presenti anche una struttura di stoccaggio a secco (39’600 m²) e un centro di stoccaggio per i prodotti surgelati (7’600 m²). L’intero impianto di illuminazione sfrutta la tecnologia LED a risparmio energetico. Le pompe di calore geotermiche garantiscono temperature ottimali nell’edificio, il quale risulta sempre ben illuminato anche grazie alle numerose finestre. Sono inoltre già state adottate tutte le misure per l’installazione di un impianto fotovoltaico sulla generosa superficie del tetto. Non appena verranno raggiunti i presupposti politici ed energetici, ALDI SUISSE sarà in grado di sfruttare l’energia solare grazie alla collaborazione con l’azienda elettrica CKW.

Per quanto riguarda i primi mesi del 2017 è inoltre prevista la costruzione di un apiario nell’area ALDI SUISSE di Perlen. In tal modo, il discount svizzero desidera sottolineare ancora una volta il proprio impegno a favore della natura e della tutela ambientale. È stato possibile consegnare l’ormai ex centro di distribuzione ALDI SUISSE di Dagmersellen a un’azienda di trasporti locale.